TODRA' Tour Operator (di: Avantage Srl)
Via Piemonte 32 - 00187 Roma (Rm)
Tel: +39 06486447 - Fax: +39 06486995
Mobile: 3489224588 - 3939330450
Email: info@todra.com
TREKKING
RAINBOW MOUNTAIN RANGE - Palccoyo & Stone Forest - (cod.)

INFORMAZIONI: la zona non ha nessun punto di ristoro o pernottamento. Non è possibile usare il cellulare non c’è segnale. Per questioni di acclimatamento è richiesto pernottamento a Cusco almeno 2 notti. Abbigliamento comodo e caldo, maglioni, occhiali da sole, cappello a tesa larga. Scarponcini alti da trekking (vietate scarpe da ginnastica). Video camera, piccolo zaino, crema solare, repellente e bottiglia di acqua

ITINERARIO
Partenza la mattina molto presto 06.00 del mattino dall’albergo di Cusco per raggiungere la Comunità di Palccoyo. Durante il percorso passeremo l'antica linea ferroviaria attraverso i tre ponti del periodo Inca. Ci sarà una piccola fermata per la colazione. Arriveremo a Huallatakunka da dove inizieremo il trekking. Per raggiungere il punto panoramico più suggestivo, però, è necessario percorrere un sentiero a piedi di circa 10 chilometri tra andata e ritorno. Da non sottovalutare il fattore altitudine: consigliatissimo trascorrere alcuni giorni a Cusco prima di visitare Vinicunca per avere la possibilità di adattarsi molto più velocemente all'alta quota. Da non perdere le piccole comunità locali disseminate lungo il tragitto, che tengono intatte la cultura millenaria e le tradizioni peruviane fatte a sua volta di mille colori e sfumature sgargianti, così come gli alpaca, i lama e i vicuña, gli animali autoctoni dal manto pregiato che popolano gli altipiani andini da secoli. Il clima durante il trekking non è particolarmente freddo, ma non appena si arriva sulla cima, la temperatura diventa gelida. Uno spettacolo naturale unico. Proseguiremo verso Stone Forest di grosso interesse naturalistico per gli amanti della natura.

Ma cosa rende le Rainbow Mountains così colorate?
Quando il ghiaccio che copriva il Vinicunca si è disciolto ha rivelato al mondo l’incredibile bellezza che nascondeva, ovvero i diversi strati minerali di cui la roccia era composta. Il rosso proviene dal ferro ossidato (noto anche come ruggine), il giallo è dovuto alla presenza di solfuro di ferro, il marrone porpora deriva dalla goethite o dalla limonite ossidata, e il clorito è ciò che causa la diversa tonalità di verde (esclusa la vegetazione).

Informazioni & Richieste
cinzia@todra.com - Tel 06486447