africa

oriente

sud america

 
 
     




Offerta del Mese
 
 
Conosciamo la Turchia

La Repubblica di Turchia è uno stato il cui territorio comprende l'estrema parte orientale della Tracia, in Europa, e la penisola dell’Anatolia, cinta a sud dal Mar Mediterraneo, ad ovest dal Mar Egeo, a nord-ovest dal Mar di Marmara e a nord dal Mar Nero, la propaggine più occidentale del continente asiatico. La Turchia confina  nord-ovest con la Grecia e la Bulgaria, a nord-est con la Georgia, ad est con l'Armenia, l'Azerbaigian e l'Iran, a sud-est con l'Iraq e a sud con la Siria. La Turchia si estende su una superficie di 783.562 km², e nell'ultimo censimento (2011) è risultata avere 74.724.269 abitanti, professanti per lo più la religione musulmana; sono presenti piccole minoranze cristiane (soprattutto ortodosse, ma anche cattoliche) ed ebraiche, mentre poco diffuso è l'ateismo. La capitale è Ankara, una delle tre grandi città turche insieme a Smirne e Istanbul; quest'ultima è la più grande metropoli del paese, nonché il maggior centro industriale e commerciale. La lingua ufficiale è il turco, ma sono presenti numerosissime minoranze linguistiche. La moneta ufficiale è la lira turca. Geograficamente la Turchia occupa la parte più occidentale del continente asiatico, costituita dalla massiccia ed elevata penisola dell'Anatolia che divide il Mar Nero dall'Egeo e dal Mediterraneo orientale. Appartengono al territorio turco anche alcune isole dell'Egeo e i bacini del Mare di Marmara. La Turchia confina a nord con il Mar Nero, a nord-est con Georgia, Armenia e Azerbaigian, a nord-ovest con la Grecia e la Bulgaria, a sud con l'Iraq, la Siria e il Mar Mediterraneo, a sud-est con l'Iran e ad ovest con l'Egeo e il Mar di Marmara. Il paese ha una estensione di 783.562 km², divisi tra Europa e Asia dallo Stretto del Bosforo, dal Mar di Marmara e dallo Stretto dei Dardanelli. Il territorio della Turchia è quindi vasto oltre due volte e mezza quello l'Italia. La Turchia è occupata da catene montuose che vanno da est ad ovest: i Monti del Ponto a nord e i Monti del Tauro a sud. La massima altitudine è raggiunta dal monte Ararat (5165 m); altre montagne sono l'Elmada?, il Karabük e il Bozda?lar. La catena montuosa dell'Abant (altitudine massima 1.794 m) si trova nella parte settentrionale del paese. Tra le vette del paese c'è anche il vulcano Erciyes Dagi, ormai spento. Due sono le formazioni vegetali diffuse: la steppa all'interno e la foresta sulle catene e sul litorale. I monti del Ponto nel nord-est della Turchia. Le coste del paese sono coperte da foreste dense, soprattutto nella parte orientale della costa del Mar Nero. La foresta che ricopriva l'interno dell'Anatolia ha subito, sin dall'età del bronzo, un'opera sistematica di disboscamento da parte dell'uomo. Solamente in questi anni è stato messo in atto un processo inverso, grazie ad un progetto ecologico-ambientale I fiumi più importanti sono il Tigri e l'Eufrate, a cui si aggiungono il Kizilirmac, il Meriç, l'Ergene e il Gediz. I bacini idrografici si dirigono verso molti mari, e una parte del territorio è occupata da bacini senza sbocco al mare. Questi ultimi bacini (endoreici) si suddividono in bacini con laghi tettonici, poco profondi, di acqua salata e privi di fauna, e in bacini con laghi carsici, di acqua dolce e pescosi.. Il territorio si suddivide in tre diverse zone climatiche: La costa della Turchia che si affacciano sul Mar Mediterraneo e il Mar Egeo hanno un clima mediterraneo, con estati calde e secche e inverni freddi e umidi. La costa della Turchia che si affacciano sul Mar Nero ha un clima oceanico, con estati calde e umide e inverni freddi e umidi. Al suo interno il clima è di tipo continentale e dato che le catene montuose fermano le influenze del mar Mediterraneo e del Mar Nero comprende estati calde e secche e inverni freddi e nevosi; le precipitazioni sono basse: nella zona più arida del paese esse superano raramente i 300 mm. Vi è disparità anche nelle precipitazioni: oltre 2500 mm annui nella zona del Mar Nero, 1000 mm annui di pioggia sulle catene montuose mentre ad Ankara scendiamo a 415 mm annui.
Città principali: Secondo una stima del 2010, le aree metropolitane della Turchia con la popolazione più numerosa sono Istanbul (13,1 milioni), Ankara (4,4 milioni), Smirne (3,4 milioni), Bursa (1,9 milioni), Adana (1,6 milioni), Gaziantep (1,3 milioni), Konya (1,0 milioni) e Antalya (1,0 milioni). Si stima che circa il 71% della popolazione viva in centri urbani in tutto, 18 province hanno una popolazione che supera 1 milione di abitanti e 21 province hanno una popolazione compresa tra 1 milione e 500.000 abitanti. Solo due province hanno una popolazione inferiore ai 100.000 abitanti.
Lingue: La lingua ufficiale è il turco, una lingua asiatica, parlato dall'85% della popolazione e usato perlopiù nella forma standard stabilita negli anni trenta nel corso della riforma linguistica della lingua turca e le forme dialettali da questa derivate; più rare, ma ancora presenti.. Discorso diverso per il curdo parlato da qualche milione di persone, soprattutto nel sud-est del paese, e che rimane per molti la prima lingua, e per alcuni, specie anziani, l'unica lingua parlata.
Religioni: La Turchia è uno stato laico, senza una religione di Stato, la Costituzione turca prevede la libertà di religione e di coscienza. L'Islam è la religione prevalente in Turchia, praticata da oltre il 99% della popolazione se si includono anche i musulmani non praticanti.. Ci sono circa 120.000 persone di diverse confessioni cristiane, tra cui circa 80.000 di ortodossi orientali, 35.000 cattolici romani, 5.000 ortodossi (3000-4000 sono greci) e un numero più piccolo di protestanti. La Chiesa Ortodossa ha avuto sede a Istanbul a partire dal IV secolo.

INFO UTILI

Documenti - Per i cittadini italiani è sufficiente essere in possesso della carta d'identità per l'espatrio o del passaporto valido. Viaggi all'estero di minori La recente normativa italiana (novembre 2009) prevede l'obbligatorietà del passaporto individuale anche per i minori, la cui validità temporale è differenziata in base all'età: tre anni per minori da 0 a 3 anni e cinque anni per minori da 3 a 18 anni. Rimangono valide, fino alla scadenza del passaporto del genitore, tutte le iscrizioni effettuate prima dell'entrata in vigore della nuovo disposizione.
Visto - All'arrivo in Turchia, prima del controllo di polizia, si acquista il visto (costo 10 euro) che consiste in uno speciale francobollo.
Fuso Orario - 1 ora in più rispetto all'Italia. In Turchia come in Italia è adottata l'ora legale, negli stessi periodi.
Moneta - L'unità monetaria corrente è la lira turca (TL; 1 euro equivale a circa 1,68 lire turche). Le banche sono aperte normalmente dalle 9. 00 alle 12. 00 e dalle 13. 30 alle 17. 00. Le principali carte di credito sono accettate quasi ovunque. Al momento del cambio verrà rilasciata una ricevuta che deve essere conservata ed esibita se si dovesse riconvertire la valuta turca non utilizzata. Spesso vengono accettati anche pagamenti in euro.
Chiamate Telefoniche - Prefisso dall'Italia: 0090. La rete GSM copre quasi tutto il Paese. La rete GSM 1800 funziona nei dintorni di Istanbul, nella regione costiera del Mar Nero, nonché lungo la costa sud, nei dintorni di Antalya. Per ulteriori info contattate il vostro gestore telefonico.
Situazione sanitaria – Non vi è nessun obbligo.
Mance - La mancia rientra da sempre negli usi locali. Nelle quote dei tour alcune mance sono incluse (negli alberghi e ristoranti).
Acquisti - Numerosissimi sono i bazar dove si può trovare veramente di tutto, ma dove la regola è quella di non stancarsi mai di contrattare sul prezzo. La grande varietà dell'artigianato locale turco permette di acquistare una vasta gamma di oggetti come tappeti Kilim o dell'Anatolia, articoli in pelle, ceramiche dipinte a mano o i caratteristici nargile.
Abbigliamento - Indumenti leggeri. Non dimenticare una giacca o un pullover per la sera, scarpe comode, occhiali da sole, copricapo, costume da bagno, creme solari. Per le visite alle moschee consigliamo di portare un paio di calzini e per le signore anche un foulard.

INFORMATIVA OBBLIGATORIA
Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’art. 16 legge 296/98: “La legge italiana punisce, con la pena della reclusione, i reati inerenti alla prostituzione ed alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero”.

 

MEETINGS, CONVENTIONS, INCENTIVES, SPECIAL EVENTS, DESTINATION MANAGEMENT SERVICES 
Argentina
 
Argentina
 
Argentina
 
 

TODRA Tour Operator by Avantage srl- Via Piemonte, 32 - 00187 Roma - Partita IVA 05189761009 Codice IATA 382 5718 - Copyright©TodraTourOperator
Cookie policy e Privacy